cabina n.1

 La vedo seduta, con le sue lunghe gambe accavallate, accanto alla cabina n.1, la guardo mentre si stropiccia gli occhi ed accenna ad un sorriso. Mi avvicino sedendomi sulla sabbia accanto a lei . C’è silenzio intorno, il lido dorme. Restiamo per minuti a guardarci dentro, ognuno con la sua storia raggomitolata, immobili all’ombra di […]

flusso di coscienza

 “Chi mai potrà misurare il fervore e la violenza del cuore di un poeta quando rimane preso e intrappolato in un corpo di donna?” [V. Woolf]   Lungi da me minimizzare la figura del poeta o dello scrittore in generale, ma penso che chiunque scrivendo, disegnando, cantando (e chi più ne ha più ne metta) sia […]

piccola storia estiva

Un ricordo sfuocato rimane pur sempre un ricordo, forse piu’ magico perche’ i contorni glieli diamo noi e la cornice la scegliamo con cura e la pennellata finale tocca alla fantasia… Mi ricordo di certo che c’era il mare, estensione blu e infinita dei nostri cuori, nati entrambi sotto un sole cocente. C’era la spiaggia […]

donne e guai

avevo scritto tempo fa di donna e danno, ma questo post sarà diverso, sarà pericoloso. con le donne ci si casca sempre male, sempre. di quelle che prendi delle musate che ti ricordi per la vita, soprattutto se sei uomo e prendi sul serio ogni cosa che fai. e la serietà è spesso un male […]

caro diario

C’è un posto che mi passa attraverso e riesce a mettere ordine nei miei pensieri, un posto dove non sento, dove mi muovo con la stessa lentezza con cui crescono le piante del luogo. Passa un po’ di musica e guardandomi intorno mi trovo nell‘Eliso : è il contatto con la natura che ci fa sentire più […]

donne: venerdì pesce

che all’uomo fa bene l’Italia è un paese laico per definizione, ma cattolico per vocazione. e quindi fedele alla tradizione cristiana. la tradizione vuole il giovedì gnocchi (e non gnocca, anche se… ), e venerdì pesce (forse per espiare dallo gnoccolame del giovedì? chissà). c’è da dire che il pesce di certo fa bene, e […]

l’isola che non c’è

Che bedda Catania, Catania di notti iu sentu ca u cori m’abbatti chiù forti… Catania fà a matri e annaca i so figghi..poi l’alba d’argentu s’ammisca cò mari, Catania è a genti ca si usca u pani ma quannu s’arrobba e si isunu i manu, Catania s’incazza e diventa vulcanu. [Catania figghiozza do patri eternu – A. […]