il valore di vivere

vitada mesi non scrivo su questo blog, perché credo che prima di esprimere un proprio pensiero bisogna averlo chiaro. per questo occorre imparare il silenzio di osservare, riflettere e osservare, prima di provare ad esprimere ciò che si pensa, soprattutto in un momento in cui le parole vanno pesate.  sarà per questo che non sono ancora certo di ciò che sto per dire, perché la realtà che osservo spero di non averla capita per bene, spero che non sia reale, ma provo a scriverla, in vero, per come la vivo.

già, per come vivo la realtà intorno a me.

e di vita vorrei parlare, di quel vivere che è l’anomalia che emerge con più forza osservando la vita intorno a me.

che a guardarsi intorno, la vita appare come privata da ogni valore, che non porta più con sé l’interrogativo ancestrale del perché viviamo, e che non riesce ad offrire alcuna risposta al senso del vivere. come se la vita, ciò che di più prezioso abbiamo, non possedesse un forte valore di mercato, ma fosse quasi una risorsa che non valga la pena proteggere, un eccesso di cui liberarsi, un surplus, un esubero che non genera ricchezza. e la vita non è difesa più di quanto non si difenda l’oro o i diamanti, non si indaga sui problemi della vita più di quanto non si analizzino i bilanci delle grandi banche e delle multinazionali. la vita è un bene deperibile, a tempo, troppo costoso da mantenere e affatto remunerativa, a meno di non piegarla a logiche economiche becere e scellerate, a patto di non farne merce.

la vita viene offerta come un fardello da cui liberarsi.

eppure, la vita di ciascuno di noi ha un valore inestimabile proprio perché è irripetibile, è unica.

come ci ha ricordato Karol Wojtyla, che fu uomo prima ancora che papa, della propria vita bisogna farne un capolavoro.

la vita è un’intuizione geniale già nei suoi primi momenti, è un pezzo unico a cui noi apponiamo la nostra firma, e di cui per questo motivo ce ne crediamo proprietari, quando in realtà ne siamo i custodi. per questo motivo non siamo noi ad assegnare un valore alla nostra vita, perché la vita stessa è portatrice di ogni vero valore. la nostra vita è il dono migliore che possiamo offrire al prossimo, e attraverso la nostra gioia di vivere che riusciamo a migliorare la vita degli altri, ed è questo parte del senso stesso della vita.

la vita è un bene troppo grande per pensare che sia una proprietà privata, e che possa essere trattata come tale. la vita non è un bilancio di attivi e passivi, ma un’esperienza tanto straordinaria da non ammettere repliche.

ecco, se riuscissimo a rimettere la vita in cima ai nostri valori, forse potremmo ritrovare una realtà a misura di vita.

A.R.

twitter @andrearusso

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: