gatto maestro.

image

Ho tre gatti. Rufus adottato quando aveva 40 giorni, Jacky adottata che aveva due mesi e Flick adottato che aveva 10 anni.
Rufus e Jacky sono inseparabili (erano tutti e due cuccioli quando si sono conosciuti, li ho adottati a distanza di un mese) e imparare a vivere con loro non è stato difficile. Io ero appena andata a vivere da sola e insieme abbiamo costruito le nostre abitudini. Ma per Flick il colpo è stato più duro.
Chi pensa che i gatti siano solo legati alla casa e non al padrone non ha mai avuto gatti.

E così questo povero animale si ritrova a vivere improvvisamente in una casa diversa con altri due gatti.

Per due giorni non ha mangiato ma ha pisciato ovunque. Se provavo a prenderlo mi graffiava.
La convivenza con l’altro maschio ancora adesso è pacifica se ognuno sta al suo posto.

E così piano piano abbiamo imparato a conoscerci, lui ha conquistato i suoi spazi e a distanza di tre anni continua a non usare la lettiera ma il bagno del primo piano… che dire meno male che ho due bagni.
Prendo questo suo gesto a memore ricordo che lui qua ci sta ed anche bene ma solo perché deve perché casa sua è e rimarrà un’altra ed anche la sua padrona (una nonnina che ormai non c’è più).
Ho impiegato tre anni e finalmente posso prenderlo in braccio senza che si rigiri male, ci sta e partono anche le fusa.
Sono passati mesi prima che decidesse di venirmi in braccio: lui si avvinava miagolava ed io mi spostavo per farlo salire comodo, ma decideva sempre lui.
In questi giorni ho provato a prenderlo in braccio e c’è stato tranquillo facendo le fusa e facendosi stropicciare.
Tre anni.
Flick mi ha insegnato che se tieni a qualcosa/qualcuno aspetti, impari a conoscerlo piano piano, ad apprezzare quello che ti viene dato poco o tanto che sia, mi ha insegnato che la pazienza e la determinazione possono quasi tutto (per il resto c’è il daimoku).
Lo adoro come adoro tutti i miei gatti ognuno con il proprio carattere e le proprie fisse.
Io non sono paziente e spesso la mia determinazione si esaurisce molto presto. Ma con lui no perché l’amore va oltre.

E c’è chi pensa che sono esagerata, in fondo sono solo gatti. Lo pensavo anche io prima di averli.
Il mio rapporto con Flick è come una cartina tornasole, è indice di crescita perché mi sta facendo sviluppare doti che non credevo di avere. Ed anche lui sta cambiando da che era perennemente immobile ora non fa altro che saltare. Forse ha deciso che questa è casa sua. Ma non spero che userà mai la lettiera. Per i miracoli ci stiamo attrezzando.

A.A.
@egocenthrika

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: