la carezza.

Hai retto fino a quel momento, hai pianto e sofferto ma sei andata avanti, hai incassato i colpi senza farti fermare, nessuna cattiveria e nessun dolore ti ha fermato. Il tuo motto è diventato “non mi affossa niente” e sull’onda di quella determinazione sei andata avanti nella tua vita ed hai ispirato e trascinato chi avevi vicino.
Ma non basta, non basta ad evitare quello che deve accadere, perché, a quanto pare, proprio di qui devi passare. Non basta a non sentire il tuo cuore andare in mille pezzi, frantumarsi come un vaso di cristallo in polvere. Reagire a tale vista è impossibile, sei paralizzata, senti il tuo cuore scricchiolare in mille pezzi, inizia piano piano e si fa sempre più veloce, finché è polvere.
Ed ora sei lì spersa a guardarlo, non sai da dove cominciare, è troppo fine, come rimetti insieme quei pezzi microscopici quanto tempo ci vorrà per farlo, ti domandi se ce la farai. Non ci credi, non credi più di poter superare quel momento e diventare ancora più forte. E’ quello che hai sempre fatto, ma anche stavolta non può essere, questa volta è troppo.
E stai lì seduta a guardare questo scenario, senza sapere da dove partire, senza riuscire a riordinare i pensieri.

E’ bastata una carezza, una carezza gentile affettuosa, di quelle che non hanno mezzi fini, di quelle che nascono perchè hanno voglia di nascere e naturalmente crescono e fanno il loro compito. Lieve, naturale, semplice, onesta.
Ma il tuo cuore era già pieno di crene, e anche solo sfiorarlo l’ha mandato in mille pezzi. La carezza non voleva fare questo, anzi, pensava di fare una cosa gradita. E lo è stata.
Ma era da così tanto tempo che nessuno più ti accarezzava che quel gesto così inatteso ti ha sconvolto, un gesto che dovrebbe essere apprezzato e desiderato, ti ha turbato.

Ed ora non sai da dove ripartire, sei confusa, hai paura. Hai solo paura.

A.A.
twitter @egocenthrika

Annunci

3 pensieri su “la carezza.

  1. E’ bastata una carezza, una carezza gentile affettuosa, di quelle che non hanno mezzi fini, di quelle che nascono perchè hanno voglia di nascere e naturalmente crescono e fanno il loro compito. Lieve, naturale, semplice, onesta.

    ottima … grazie for sharing

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: