passavo di qua

E’ da un po’ che non scrivo, mesi forse.

Ho avuto da fare, giorni, settimane convulse.

Adesso no, adesso basta. Il ciclo, questo ciclo è chiuso.

Tolgo i panni ufficiali, stretti.

Se fossi uomo, sarei stato costretto per mesi ad indossare una cravatta scomoda, io che invece amo portare polo o camicie sbottonate.
E vabbè, passata pure questa sono qui.
Una tigre che si lecca le ferite ma si guarda intorno, guardinga e che è pronta, comunque, a balzare di nuovo.
In fin dei conti, è stato un incidente di percorso, questo passo non era il mio, c’ho provato, ma questa competitività non m’appartiene, la competitività individuale no, mai.

Amo il gioco di squadra, io. Faccio squadra e mi viene anche bene, se l’attaccante non sono io. Se devo essere io, e preoccuparmi pure di farmi da sola una squadra intorno, allora preferisco lasciare.
Ferite, errori di valutazione.

Errori da cui imparare per non sbagliare più.
Eventualmente cambiare strada.

D.G.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: