ma chi le vuole le mimose?

Un’anno fa, quasi per gioco, mi è stato chiesto di scrivere qualcosa a proposito dell’8 marzo, un personale augurio a tutte le donne nel giorno della loro festa.

Ho preso questa richiesta come una sfida, ho aspettato 24 ore per dire la mia, posticipando il mio intervento al 9 marzo, per trasmettere un messaggio a mio avviso più importante:

non ho bisogno di un giorno in particolare per sentirmi donna!

Magari qualcuno penserà che nessuno mi ha mai portato un mimosa e mi dispiace doverlo deludere, ma in compenso vorrei aver dimenticato da tempo chi per tanti anni, mi ha fatto sentire importante un solo giorno l’anno con un fiore giallo.

Anyway…la verità è che quest’anno l’8 marzo, per me ha un altro significato.

365 giorni dopo, mi ritrovo qui, davanti lo schermo del mio computer, con le dita che scorrono velocemente sulla tastiera, ma qualcosa è cambiato.

La voglia di far valere il mio punto di vista, mi ha permesso di entrare a far parte di questo blog, aprendomi un nuovo mondo sugli altri e su me stessa.

Ho avuto modo di confrontarmi con tante persone, di provare a capire il loro punto di vista, soffermandomi sulle somiglianze che accomunano chi scrive senza mezze misure, chi ha il coraggio di mettersi in gioco, pronto a subire le eventuali conseguenze di una parola a volte di troppo, ma anche sulle differenze di menti che pensano, lasciando libero sfogo a tutto ciò che tengono dentro e che ogni tanto necessita di uscire e farsi un giro.

Quante notti ho passato girovagando tra i vecchi post a quelli più recenti, emozionandomi ad ogni singola parola, per l’impegno, l’entusiasmo, ma anche la rabbia, la forza e la voglia di ricominciare.

Mi sono sentita estremamente orgogliosa di questo gruppo di donneamiche, lavoratrici, studentesse, mamme, figlie che, seppur da diverse parti di Italia, mi fa sentire parte di in un solo mondo.

E anche se questo giorno è dedicato alle donne, vorrei ringraziare in modo particolare il nostro “capo”  che ha creduto in noi e preparando un terreno fertile, ci ha permesso di crescere come fiori di uno stesso grande giardino.

A proposito di capo, quasi dimenticavo di farvi il mio augurio…

Vi auguro di sentirvi donne tutti i giorni e di esserne fiere!

A.F.

Annunci

2 pensieri su “ma chi le vuole le mimose?

  1. Buon 8 Marzo da una voce uomo.
    Un 8 marzo che non celebri più un solo ricordo da cui sorge, ma che inizi una vostra nuova discesa in campo Donna 50/50 ovunque si elegga e ovunque si gestisca in conseguenza.
    Buon 8 Marzo, per qualunque aspettativa o sogno vi interessi.
    Insomma, Buon 8 Marzo per quale che sia meglio ove vi pare, da Donne. E grazie che ci siete, e…ci sopportate….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: