resto in pantofole

I see your true colors

and that’s why I love you

so don’t be afraid to let them show…

(Vedo i tuoi veri colori ed è per questo che ti amo,quindi non aver paura di mostrarli) 

[True colors – C. Lauper]

Da che mondo è mondo a tutti è sempre piaciuto piacere.

C’è chi cerca sempre di apparire al meglio di fronte agli altri, di dire la cosa giusta al momento giusto…e chi se ne frega altamente e vive come gli pare…scelte di vita!
Rimanendo in tema di estremismi, paradossalmente oggi preferirei l’irritante presenza di qualcuno che mi contraddice in tutto, piuttosto che avere di fronte una persona che condivide ogni mio singolo pensiero solo per compiacermi, nel primo caso almeno sarei sicura della sua sincerità

Non si farebbe prima ad essere semplicemente sé stessi?
Ovviamente no.


Sarà banale, ma mi piace ricordarmi e ricordare che ci sono casi in cui sarebbe meglio più essere che apparire.
L’amore ad esempio… ci fa fare cose che mai avremmo pensato…la paura di non essere amati o di non piacere alla persona che amiamo, ci rende fragili, insicuri e ci fa desiderare di essere migliori.
I bei ‘primi tempi’ prima o poi finiscono…ed è a quel punto che inizia una vera storia: quando il sipario cala e bisogna tornare ad essere quelli di sempre.
Così iniziano le incomprensioni, ci si accusa di esser cambiati a vicenda e tanti cari saluti.

Ripropongo la domanda… non si farebbe prima ad essere semplicemente sé stessi?
La cosa peggiore che potrebbe capitare sarebbe non piacere affatto… ma in entrambi i casi: è solo questione di tempo. Che senso ha sforzarsi tanto?
Non dico che sia giusto dire e fare tutto quello che ci passa per la testa, senza la minima considerazione delle persone che abbiamo di fronte, ma almeno rimanere in linea con il nostro modo di essere…senza strafare.


Sembra del tutto naturale ,per attirare l’attenzione di qualcuno, mostrar solo i lati migliori, pensando che ci sarà tempo per accettarsi per quello che si è realmente, una volta superata la fase iniziale.
A mio rischio e pericolo, penso sia più importante cercare di farsi conoscere partendo dalle basi solide per poi costruire attorno anche dell’altro (ammesso che ci sia).

Non so voi, ma io preferisco delle comode pantofole ad un tacco 12.

A.F.

Annunci

3 pensieri su “resto in pantofole

  1. Sarebbe meglio. E si farebbe prima.
    Ma poi la bimba o il bimbo passano i primi anni non solo ad apprendere, ma soprattutto ad imparare che occorre “apparire” e non solo essere. E che l’essere, per loro così naturale, crea qualche serio problema. Perché troppo spesso “l’essere” non è sempre poi così accettato, o addirittura conveniente, neanche all’interno dei propri affetti naturali.
    Ma il “sarebbe meglio” resta in ciascuno credo. Come le sorgenti native dove i salmoni tornano a qualsiasi prezzo. Ma non tutti, nel lungo viaggio riescono a giungerci. I salmoni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: