l’ombra del gigante

 

I’ve a problem that I cannot explain, I have no reason why I should have been so plain, have no question but sure I have excuse, I lack the reason why I should be so confused. I know, how I feel when I’m around you,I don’t know how I feel when I’m around you.

(Ho un problema che non riesco a spiegare, non ho nessuna ragione perché avrebbe dovuto essere così facile, non ho domande, ma sicuramente ho una giustificazione,mi manca la ragione per la quale dovrei essere confuso.So, come mi sento quando sono vicino a te…non so, come mi sento quando sono vicino a te). [System of a down-Roulette]

Eccomi qui. a quasi un mese dalle mie ultime parole:

questa volta mi guarderò dentro per poter guardare avanti…

scritto, fatto.

E per farlo ho inevitabilmente dovuto affrontare ciò è stato, che ho sbagliato e che ho imparato.

Mi sono ritrovata occhi negli occhi con qualcuno più grande di me, un gigante che in un modo o nell’altro è sempre stato presente nella mia vita, confondendomi.

A volte rifugio sicuro…altre buco nero.

Del resto si sa, le cose che temiamo di più sono quelle che non riusciamo a comprendere, perchè l’unica alternativa possibile è accettarle semplicemente per quello che sono.

E così, finché possiamo, le teniamo nascoste nell’angolo più buio di una stanza e le lasciamo sullo sfondo.

Se nella vita è questione di abitudini, alla fine la familiarità, più che la comprensione, renderà possibile una certa convivenza, quanto mai ostile.

Quel gigante è come un’ombra senza padrone e si chiama Passato.

Quante storie, lacrime e sorrisi intensi dietro una parola sola.

Non sarà perfetto, ma rimane pur sempre una parte di noi e come tale va accettata, sarebbe troppo facile se fosse esattamente come vorremmo. Solo adesso mi rendo conto di quanto inutile e poco produttivo sia stato evitarlo, rinnegarlo, inventarlo.

Non abbiate paura di quell’ombra, di quel gigante sperduto tra i vostri ricordi, perché sì è proprio lì che si trova.

Se il passato si può sentire, ma non toccare, non può che essere dentro di noi.

Provate a fare uno sforzo, a staccarvi da voi stessi ad osservare le cose dall’alto:

Solo così, l’ombra che lascerete a terra, potrà prenderlo per mano e con l’innocenza e la sincerità di un bambino, sarà in grado di indicargli  la via e magari insieme troveranno una strada.

In fondo nessuno vuole stare solo.

A.F.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: