Io ti salverò!

Ma a me, dopo, chi mi salva?

Quante volte abbiamo percorso un sentiero irto e insidioso per ritrovarci smembrati e con la chiara sensazione di esserci persi da soli e, soprattutto, senza che ce lo avesse mai chiesto nessuno.
Pensando solo di essere abili potatori in grado di risvegliare, nel tempo, tutta la natura circostante.

Io ti salvero! Tre parole da dimenticare.

Io riuscirò a darti tutto l’amore di cui  hai bisogno! Altre dieci parole da dimenticare.

E perchè Dio Buono, perchè continuare a farsi del male, se lui o lei non vuol essere salvato ?

E allora ci si interstardisce, tu hai bisogno di me!

Ma chi te l’ha detto!

L’unica cosa da fare quando si è certi di essere malati della sindrome Io ti salverò è girare i tacchi e tornare indietro.

Certo prima dobbiamo renderci un po’ ridicoli, dobbiamo umiliarci e sbattere un paio di volte al giorno la testa sul muro.

Ma se ci pensiamo un attimo, lui o lei ci aveva chiesto niente?

Ma forse si, aveva apparecchiato una tavola imbadita per un unico invitato, aveva servito un sé abbellito come unica pietanza, aveva messo su un piatto d’argento, come centro tavola, il suo amore e i suoi sogni e poi uno sguardo furtivo, un ti ringrazio, ma non posso e, voilà il nulla.

Questa è la vita!

Bisognerebbe ringraziare per primi, prima di arrivare nel fondo del nero dipinto di nero.

E le parole si dissolvono in bolle di sapone.

Mi scappa anche un’altra considerazione: quando vomitiamo le parole, diciamo all’altro di prenderne le distanze e di non crederci? Pensiamo forse che le parole volano libere nel cielo e valgano poco meno di un centesimo, e che una volta uscite non ne resti alcuna traccia?
Verba volant. Forse. O forse no.

Le parole sono tatuaggi che marchiano la nostra anima.

Io penso da sempre che nessuno salva nessuno. Bisognerebbe però fare un po’ più di attenzione quando si usano parole che manifestano sentimenti.
Perchè qualcuno potrebbe crederci veramente.
Solo essere più cauti, un po’, almeno un po’.

Tutto qua, un po’ meno vampiri e un po’ più sinceri, ma non dopo, preferibilmente prima.

Va beh e con questa considerazione Vi lascio ai vostri pensieri e che siano alti e profumati di fresco, che possano avvolgervi di calore, anche senza sentirsi i paladini e i salvatori di chi non vi ama.

MC

Annunci

Un pensiero su “Io ti salverò!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: