il lupo e la farfalla

Che cos’hanno in comune un lupo e una farfalla?

Apparentemente niente:

lui imponente;

lei delicata;

lui forte;

lei fragile;

lui tenebroso;

lei colorata;

lui troppo grande;

lei troppo piccola;

lui ulula alla luna;

lei sorride ai fiori;

lui con i suoi movimenti sicuri;

lei con le sue ali leggere;

lui padrone della notte;

lei compagna del giorno.

Era quasi sera, ultimi istanti di un tramonto ormai svanito, il crepuscolo non sarebbe durato a lungo e la Farfalla pensò bene di tornare al suo rifugio.

Il Lupo si preparava per la caccia notturna e mentre si allontanava dal suo albero, percepì un miscuglio di colori.

Con un filo di luce, la vide avvicinarsi e rimase incantato dalle sue ali:rosse, azzurre,verdi e gialle.

La Farfalla si accorse del Lupo e senza alcun timore si posò sul suo naso, per vedere più da vicino lo strano e familiare colore dei suoi occhi.

-Perché hai un occhio azzurro e uno color ambra?

Il re della notte si sentì confuso, aveva abbandonato da tempo il suo branco e non aveva più parlato con nessuno fino a quel momento, gli altri animali lo temevano. Non sapendo cosa rispondere, ricambiò la domanda.

-E tu perché hai le ali così colorate?

La farfalla rimase in silenzio a sua volta e così iniziarono a chiedersi perché le loro vite fossero così diverse, ma nessuna risposta al riguardo.

Una volta esaurite le domande, quel barlume di speranza volante,  che era rimasta lì su quel naso piu’ a lungo di quanto potesse immaginare, esclamò:

-Beato te! I tuoi occhi sono bellissimi, io invece ho due puntini piccoli e scuri.

-Beata te! Le tue ali ti permettono di andare dove vuoi liberamente.

E così iniziarono ad elencare l’uno i pregi dell’altra, e finalmente trovarono qualcosa che condividevano.

-Deve essere bello avere una famiglia da cui tornare.

La Farfalla era nata sola e sola volava da sempre.

-Io sono un Lupo Solitario, ho abbandonato il mio branco da tempo. Adesso vivo solo e sto bene così.

Ma pensando di aver mancato di sensibilità non aggiunse altro.

La Farfalla sorridendo lo spiazzò:

-Allora abbiamo qualcosa in comune!

Lui sorrise a sua volta. Quel piccolo insetto, irrilevante per i cacciatori come lui, era riuscito a catturare la sua attenzione, a farlo sorridere e soprattutto non aveva avuto paura.

Così salutò la sua nuova amica e iniziò la caccia notturna.

 -Addio Lupo Solitario, forse avrei dovuto dirti che le farfalle vivono solo un giorno.

Le diversità che ci contraddistinguono non sono né una colpa, né una scelta, non vanno capite, ma semplicemente accettate e considerate come dei reali valori aggiunti.

D’altro canto c’è sempre qualcosa che potrà avvicinarci all’altro, qualcosa da condividere e non è mai troppo tardi per scoprirlo.

Basterebbe forse guardarsi negli occhi un po’ di più, imparando ad apprezzare ciò che siamo e ciò che abbiamo di fronte.

A.F.

Advertisements

Un pensiero su “il lupo e la farfalla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: