parole, parole, parole

soltanto parole?

Mi è stato detto:

tu pensi troppopensare fa male

e per tutta risposta, io ho smesso di pensare. O almeno ci ho provato.

Più che smettere di pensare, ho smesso di dire la mia per un po’, ho lasciato che a pensare fossero gli altri, ho passato le mie giornate leggendo i pensieri altrui e mi sono resa conto che non è cambiato niente.

Pensare, scrivere o esprimersi fa male nella misura in cui non siamo pronti ad accettare il fatto che ci sarà sempre qualcuno pronto a giudicarci o ad affermare esattamente tutto l’opposto di quello che crediamo. Senza allontanarci troppo dal mondo che virtualmente ci circonda e senza ombra di dubbio accessibile a tutti (facebook, twitter, blog vari e chi più ne ha più ne metta), mi sono resa conto di quanto ciò che scriviamo sia influenzato dall’immagine che vorremmo dare agli altri di noi.

Cosa pensate quando aggiornate il vostro stato sui vari social network?

Nella migliore delle ipotesi cerchiamo di apparire forti, simpatici, pieni di amici e sempre allegri: qualcuno direbbe che a nessuno piace ascoltare le lagne degli altri, bastano già quelle personali, figuriamoci leggerle! Io credo invece che sarebbe utile mostrarsi per quello che si è realmente, con questo non dico che sbandierare ai quattro venti le proprie angosce sia l’ideale, ma quanto meno evitare di recitare una parte troppo spesso auto-assegnata.

La metafora della vita come teatro pieno di commedianti è già abbastanza nota, perché utilizzare internet per lo stesso motivo?

Forse la sincerità è un dono che spetta solo ai più piccoli, che pur esagerando a volte, sembrano gli unici a mostrarsi per come sono. Sembrerebbe un paradosso visto e considerato che si nascondono dietro tacchi alti e aria da uomini vissuti, ma la sofferenza che provano scivola fuori dalle loro frasi senza filtri.

C’è stato offerto uno spazio per dire la nostra, per condividere le nostre passioni e ciò che invece non ci sta bene, opinioni di vario genere (politiche, religiose, musicali)…eppure perdiamo ancora tempo a cercare la parola giusta, la frase ad effetto e la canzone che colpirà maggiormente.

Ma colpire chi?

Lo ammetto, sono caduta più volte nella rete (tanto per restare in tema) utilizzando siti e blog a mia disposizione, con il semplice motivo di arrivare nella bacheche di persone prestabilite. Tutto ciò ha portato soltanto a litigi e incomprensioni nel caso di parole troppo forti, ma a mia difesa veritiere, in altri casi, mi sono resa conto che le mie belle parole e canzoni erano sprecate.

Alla fine ho deciso: ho fatto piazza pulita di tutti quei contatti che potevano indurmi in tentazione (pochi ma buoni) e ho deciso di scrivere soltanto per il piacere di farlo, senza aver paura di apparire stupida, strana, ripetitiva o fragile. Un breve periodo di prova e voilà mi sono ritrovata a scrivere in un blog dove chiunque può leggere, commentare ecc.

E che sarà mai? Il mondo è bello perché è vario, qualsiasi cosa scritta o detta da me verrà giudicata in positivo o in negativo da qualcun altro, ben venga, non posso nascondere quello che sono.

Scrivere dovrebbe esser un modo per far uscire un po’ di noi, che lo sappia il mondo oppure no, poco importa.

Spesso si è talmente concentrati su sè stessi che nella maggior parte delle ipotesi si tende ad ignorare le frasi degli altri, non capirle o criticarle aspramente in maniera pubblica, senza tener conto che i mezzi per sputare veleno ce li hanno tutti. Semplicemente c’è chi con poca eleganza ne abusa e chi con intelligenza li ignora…

a far la differenza sarà chi davvero ci conosce o ha voglia di farlo.

E a mio parere, è questo il parere che conta.

A.F.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: