ma l’amore che cos’è?

Un appuntamento, una promessa dopo 50 anni di vita passata insieme.

“Non ti preoccupare io sto arrivando” dice una donna al marito prima di vederlo ricoprire di terra.

Utilizzo e utilizziamo facilmente la parola amore, ma come definirlo?

Cos’è che è cambiato? Cosa riusciva  a mantenere unite due persone in un progetto di vita lungo 50 anni?

Me lo domando da un po’ e in prima battuta comincio a dare la colpa ai tempi moderni, alle frequenti tentazioni, all’incapacità di aspettare e di aspettarsi, all’inquietidutine. Alla vita che è cambiata.

Ma in realta mi rendo conto che è troppo comodo.

Allora penso a Rosa e al suo amore, tutt’altro che comodo.

Rosa nasce in un piccolo paesino siciliano, a 13 anni le vengono rubati i sogni e le aspettative.

Era bella, di una bellezza semplice e rara: occhi azzurri, capelli biondi che le incorniciavano il volto, un vitino da vespa, seni abbondanti. Era già una donna.

Fu rapita, mentre giocava nel cortile di casa, dalla madre dell’uomo che decise di averla a tutti i costi.

L’uomo che aveva già una tresca nel paese con una donna sposata doveva mettere a tacere le male lingue, organizzò un piano perfetto, aiutato dalla madre, e le madri a quel tempo comandavano, altrochè!

Rosa si trovò in una casa buia con una donna meschina e un uomo brutto, ignobile che la tenne chiusa in una stanza fino al mattino seguente, quando già tutto il paese conosceva l’accaduto pensando che la ragazza fosse scappata di casa per stare con il suo amato.Un disonore troppo grande per il padre di Rosa che rassegnato incontrò la madre del futuro sposo, per concordare la dote.

Rosa non oppose resistenza, il volere del padre e il suo onore macchiato, anche senza macchia, doveva essere ristabilito con un matrimonio senza amore, anzi potrei definirlo la negazione dell’amore.

Col tempo, la ragazza imparò ad apprezzare quell’uomo tanto odiato e insieme ebbero 4 figli.

Imparò a perdonare, imparò ad amare.

Insieme progettarono la vita, comprarono  le terre coltivate a grano; insieme le vendettero per la malattia sopraggiunta di lui.

Tante volte le avevo chiesto se avesse conosciuto giornate felici: mi rispondeva sempre che la felicità è guardare le colline di fronte casa sua, cucinare la pasta al forno per i suoi figli, vederci tutti li insieme riuniti  a far baldoria. Quanto le piaceva il chiasso, lo stesso chiasso che oggi ci fa venir il mal di testa.

Impossibile spiegare l’amore di Rosa per una vita tanto crudele, ma del resto è così che deve essere.

C.M.

Annunci

3 pensieri su “ma l’amore che cos’è?

  1. è bellissima questa storia cri…mi ha colpito molto la felicità che Rosa provava nel guardare fuori dalla finestra di casa sua osservando le colline e l’essere felice nel cucinare per la sua famiglia e il chiasso dei figli…mi ha fatto tornare in mente la mia nonnina scomparsa qualche giorno fa…diamo sempre tutto per scontato…i ricordi mi sono passati davanti come fotogrammi…quella via…quella casa…non sarà più la stessa…quello che mi resterà è il sorriso di mia nonna vissuta una vita intera pensando ad accudire con amore mio nonno che amò per tutta la vita, i pomeriggi passati davanti ad una stufa a guardare in tv il tg che tanto odiavo, la merendina con pane e zucchero, il balconcino dove io e i miei fratelli facevamo penzolare le gambe staccando le foglioline di basilico per far dispetto a mio nonno e la voce di mia nonna che piano piano ci rimproverava nascondendo le nostre malefatte…!! L’esempio di una vita d’amore saranno i miei nonni…sempre vivi nel mio cuore!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: