gli opposti si attraggono?

ai posteri l’ardua sentenza!

E voi, mie care donne,potreste dire di averlo capito?

I vecchi detti e i proverbi (così si dice) non sbagliano mai, eppure questa volta cadiamo in contraddizione:se è vero che “Chi si somiglia si piglia“, è altrettanto vero che “Gli opposti si attraggono“.

Tutte noi guardandoci un attimo indietro, non possiamo negare di avere una quantità equa di entrambe le esperienze: da una parte le storie nate sul filo delle affinità,della condivisione di gusti,valori ideali e stili di vita; dall’altra storie nate dal paradosso della distanza anagrafica, mentale, di gusti e di idee.

Alla luce di questa presa di coscienza,mi piacerebbe soffermarmi di più sulle differenze che spesso possono arricchirci e completarci.

E’ abbastanza comune il senso di attrazione che si prova per ciò che non ci appartiene,che vediamo distante anni luce dalle nostre abitudini e convenzioni,così come ci si sente attratti inspiegabilmente dal facino dello straniero. La risposta è semplice,ci si conosce così bene alle volte che per quanto ci si possa sentire profondi,brillanti e intelligenti alla lunga ci si stanca; conoscersi bene significa conoscere i nostri limiti,i nostri difetti e tutto ciò che ci rende insopportabili persino a noi stessi.

E’ per questo che interagendo con “l’altro da noi” si rimane immediatamente affascinati da ciò che ci appare oscuro e indefinito,che seppur semplice e banalotto è evidentemente diverso.

Cosi nella maggior parte dei casi una coppia sboccia senza aver in comune pressocchè nulla;

La parte più complicata viene adesso perchè dopo la fase dei prosciutti sugli occhi ci si studia ,alla ricerca di quella che è la conoscenza reale, fatta di vizi, abitudini sane e cattive, modi di fare, modi di parlare, atteggiamenti che pian pianino diventano familiari.

Le differenze possono arricchire quando si tratta di differenze basate su un ordine di cose non prive di senso.

Con il passare del tempo le diversità possono entrarci dentro e diventare delle nostre peculiarità, possono mutarci e plasmarci, possono darci una nuova prospettiva, mettendoci così nelle condizioni di poter vedere da più punti. Condividere è senz’altro piacevole, provate se siete fumatori a finire una cena con un non fumatore e vi direte che senz’altro ci si piglia solo se ci si somiglia, ma alla lunga gli opposti che partono da una sola base condivisa ovvero il cervello possono arrivare alla perfezione, non si adagiano sugli allori della condivisione, dell’amare le stesse cose, ma si penetrano vicendevolmente, si contagiano come due diversi gruppi di sangue che mischiati insieme ne creano uno nuovo, unico e irripetibile.

G.G.

Annunci

3 pensieri su “gli opposti si attraggono?

  1. C’è SEMPRE chi vince e chi perde in una relazione,opposti o simili che si possa essere,il punto è che quando quella storia è stata vera e intensa,tornando indietro rifaremmo tutto altre 100 volte!

  2. !..sarà pure vero, e posso confermare anch’io che l’attrazione nei confronti di qualcuno così diverso da te è molto forte. Solo che spesso è proprio questa diversità che a lungo andare crea delle barriere, dei muri spesso invalicabili. E allora si intraprendono 2 strade: o uno dei due cambia, per venire incontro all’altro, il che non dev’esserre visto necessariamente con un’accezzione negativa, ma sicuramente denota una forte mancanza di personalità; oppure inevitabilmente queste barriere sono troppo grandi per entrambi.
    In questo “gioco” il debole “perde” sempre qualcosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: