l’8 marzo visto da noi

A penne unite e in un solo coro, il nostro pensiero d’augurio per le donne

Viva le Donne

Odio i Gay-Pride e amo i Gay,odio San Valentino e amo l’Amore, e naturalmente odio la festa della donna e amo le Donne.


Ergo colgo l’occasione nella giornata che vede orde di orgogliosissime Donne (mature, giovani, giovanissime, sposate, fidanzate, single) fiere – solo per oggi – del loro ‘sesso debole’, per porgere un pensiero di assoluta stima e affetto a tutte quelle Donne che invece ogni giorno, semplicemente affrontando gli ostacoli che la vita pone loro dinnanzi, dimostrano cosa significhi avere l’orgoglio e la fortuna di essere nate senza degli attributi VISIBILI.
W le Donne!

G.G.

Il mio regalo a noi Donne

Oggi 8 marzo, festa della Donna, di una Donna nuova, che sebbene si senta uguale all’uomo nei diritti e nei doveri, è “diversa” per natura.

Corre l’anno 2011: chissà se le nostre bisnonne avrebbero mai immaginato tali cambiamenti.

Ci troviamo negli anni in cui sembra che l’evoluzione della donna abbia raggiunto il suo culmine, che i diritti ed i doveri di parità tra uomo e donna siano stati raggiunti, confermati e legiferati dalle società occidentali, ed invece ci troviamo ancora a batterci su preconcetti duri a morire. Ma la nostra battaglia la vinciamo giorno dopo giorno nella nostra quotidianite.

E’ vero, ciò che mi dite: dobbiamo giornalmente batterci per dimostrare quanto valiamo, dobbiamo batterci più dell’uomo per diritti sacrosanti di uguaglianza lavorativa, non riusciamo a fare carriera se non dando il triplo di quello che dovrebbe dare l’uomo e, ancora, siamo troppo spesso costrette a scelte impossibili tra l’impegno familiare e quello lavorativo, dobbiamo fare i conti con parità a metà, con uomini che ci considerano galline di un pollaio.

Anche se la strada è ancora lunga, sono certa che il nostro impegno per una uguaglianza vera, volta a dare alle donne più opportunità, opportunità congeniali, produrrà i suoi frutti.

I nostri politici abbiano occhi attenti alla natura della donna e alla sua giusta collocazione nella società moderna.

Alle donne voglio donare queste parole

Buon 8 marzo, a tutte le donne
A quelle che non hanno il dono di un sorriso
A quelle che non hanno una carezza sulla pelle
A quelle che non conoscono la dolcezza
A quelle che in silenzio subiscono la violenza.
A quelle che non possono sciogliersi i capelli al vento
Buon 8 marzo, a tutte le donne
A quelle che abbracciano con amore
A quelle che illuminano l’anima
A quelle che parlano dentro oltre lo sguardo
A quelle che sorridono con i colori dell’arcobaleno
A tutte quelle che danno energia alla libertà della vita

(di Michele Luongo)

Auguri, sempre

C.M.

Un pensiero per noi

Faccio tanti auguri alle donne che si meritano di essere chiamate tali, e gli auguri a tutti gli uomini che si rendoono conto del valore di queste donne. Solo queste donne dimostrano ogni giorno di lottare con le ora per riuscire a fare tutto nel miglliore dei modi, loro che si prendono cura dei loro uomini e della loro casa e del loro lavoro, la loro quotidianità e il sorriso che le aspetta a casa. Sono la loro “festa delle donne” e tutto il pensiero lo volgo a quegli uomini che avendo lo stesso rispetto e gi stessi principi fanno si che ogni giorno sia di riflesso la loro festa

Sembrerà banale, ma forse così non è.

Voglio augurarci di essere felici dovunque e/o con chiunque.

Che sia per noi sempre gioia, anche nel dolore

C.R.

Auguri e basta

Io il mio pensiero l’ho già scritto, e non vorrei essere retorica. Solo una cosa mi viene da dirvi ancora: la parola Donna, di per sè così piccola, contiene un enorme significato. Sta a voi scegliere quale dare.

L.G.

Bastassero le parole

Questo è un augurio che rivolgiamo alle Donne, e che per riflesso estendiamo agli Uomini. Un augurio di armonia, serenità, responsabilità e rispetto. Dovremmo imparare noi uomini a celebrare la Donna ogni istante della nostra vita, nel grande mistero che lei è per noi. L’ho chiamata madre, amica, amante, compagna, sorella e mi auguro di poterla un giorno chiamare figlia.

Ma in un solo modo vorrei poterla chiamare: Donna.

A.R.

Annunci

3 pensieri su “l’8 marzo visto da noi

  1. “E’ vero, ciò che mi dite: dobbiamo giornalmente batterci per dimostrare quanto valiamo” Quanto è vero! Vale anche per gli uomini!!

  2. Concordo.

    Al di là comunque di quanto si possa dire circa l’origine storica di questa festa, ti invitiamo se vuoi a ricambiare la visita nel nostro blog dove per l’occasione si parla di un chimico, un malato di cuore, un ottico, un gigolò, dio, un serpente e un ermafrodita.Non è una barzelletta. è il nuovo post di Vongole & Merluzzi. Sull’ 8 marzo. Buona lettura.

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/03/08/laltra-faccia-della-mela/

  3. Lo ricevo e lo pubblico:

    A tutte le donne che ogni giorno urlano in silenzio..
    a quelle che non possono vivere la propria femminilità, alle donne che dedicano la loro vita alla famiglia e alla cura degli altri, alle donne intrappolate dai preconcetti e dall ipocrisia…auguro un buon 8 marzo e vi ricordo che niente potrà mai impedirvi di essere libere di pensare e di provare le vostre emozioni, basta solo volerlo davvero e non arrendersi mai..
    ma soprattutto vorrei ricordarvi che non c’è bisogno di un giorno dedicato a noi per sentirci speciali…perchè ogni donna può esserlo ogni giorno 🙂

    ALBA FODALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: