se una donna è sola…

…è perchè nessuno se la fila. se da solo è un uomo è uno sicuro di sè

sarà poi così?

io penso di no. oggi si chiacchierava amabilmente sull’incapacità dell’uomo di rimanere solo senza una donna. cosa che io sottoscrivo. ma dico anche: un uomo solo è sempre preda di donne sole in cerca di (buon?) partito, e  il mondo è pieno di uomini che non riescono a stare soli e appena lo sono si accasano subito con una nuova.

da qui l’osservazione caustica: ci sono pochi uomini soli e capaci di vivere senza donna perché l’uomo di norma è un bambino e ha bisogno di qualcuno al fianco. (e viceversa?)

la domanda dunque è: perché la donna sola viene spesso definita patetica zitella inacidita, mentre un uomo solo è ritenuto uno che ha saputo rendersi emancipato dalla donna-madre-sorella-amante-figlia-moglie-compagna?

so che l’argomento è di quelli che fanno sembrare lo yogurth una mozzarella di bufala campana fresca per l’elevato tasso di acidità che immette, ma mi va di parlarne e quindi oso.

come sempre avviene nei miei post (dite la verità, l’avevate notato tutti) a questo punto inizia la mia distinzione tra Uomo e uomini, Donna e donne. purtroppo questa volta non so se sarà quella che vi aspettavate.

digressione filosofica: vivere soli a questo mondo è quanto di meno auspicabile possa esserci, e non lo dico di certo io, ma pensatori illustri di ogni secolo. uno su tutti Immanuel Kant che non mangiava mai da solo in quanto definiva questa pratica molto triste, Richard Bach diceva che l’opposto della solitudine non è stare insieme ma è l’intimità,  ed un vecchio adagio popolare recita che da soli non si sta bene neanche in Paradiso. detto ciò, non voglio discutere del valore della solitudine in senso filosofico, cosa che mi porterebbe a parlare d’altro, bensì di come viene vista la singletudine dalla società contemporanea.

appurato che è assurto a valore sociale il vivere indipendenti e single, è anche vero che denota un disagio forte nel vivere in comune. tanto forte da non riuscire a demolire lo stereotipo della zitella acida e del vitellone brizzolato.

svolgimento: nel quesito posto in oggetto, la cosa più melodrammatica viene sottolineata dall’atteggiamento che ad incrocio hanno uomini e donne nei confronti di vitelloni e zitelle. pubblicamente donne accoppiate dicono che la donna scoppiata è tale perché nessuno se la piglia, uomini accompagnati tacciano lo scompagnato come un essere irresponsabile ed egoista che nessuna donna vuole per più del tempo che il diavolo stette in Paradiso, mentre raramente ho sentito vitelloni e zitelle nel chiuso di una camera caritatis confessare di essere felici della loro condizione, e molto spesso invece si dicono speranzosi di conoscere prima o poi la loro metà del cielo (pur concludendo che in fondo stanno poi bene anche da soli). nel chiuso dello stesso confessionale, chi è in condivisione di vita lamenta spesso e volentieri i difetti altrui e rimpiange (e non dite no) di non esser rimasto single, dato che oggi in realtà esser single è tanto di moda. come sempre un enorme confusione.

direte voi: e allora? niente. era così per dire. sarebbe curioso sapere la vostra idea, ma chissà se vorrete dirla.

io per il mio ritengo che bisogna mantenere l’indipendenza di spirito e una solitudine intimistica che ci consenta di non perdere contatto con il proprio Io, ma allo stesso tempo ricordo sempre (a me stesso, mica a te che leggi) che al mondo non si viene per starci da soli ma per farsi compagnia, tenersi la mano e trovare la forza l’uno nell’altro per superare i momenti difficili, e godere del sorriso reciproco nei momenti felici. il resto è contorno.

p.s. io per contorno amo patate al forno speck e rosmarino.

A.R.

Annunci

6 pensieri su “se una donna è sola…

  1. Non siamo fatti per stare insieme.
    Dpo 17 anni sono tortata sola non per scelta.
    Ora vedo cose che prima non volevo vedere, del tipo donne e uomini completamente insofferenti al loro matrimonio e magari dentro le mura domestiche ne combinano di tutti i colori o tradimenti insospettabili e dormono persino in letti separati o sono addirittura separati in casa e fuori sembrano famiglie felici. Il problema è che si vive in una società ipocrita e superficiale ancora ancorata a vecchi schemi e che vede solo la coppia perchè ci hanno indottrinati così.

  2. anch’io adoro il contorno di patate, speck e rosmarino. 🙂 Organizziamo un pranzo tutti insieme?

    In verità, la mia esperienza (ognuno di noi fa tesoro della propria e su quella si basa per il futuro) mi ha insegnato che si è soli molto spesso anche in compagnia e che talvolta si ambisca alla solitudine, quella vera, ma che almeno non è ipocrita.
    Vedete, essere sposati ed apparire la classica famiglia felice non sempre corrisponde a verità: ho letto sopra che molto spesso coppie puntano il dito verso i single, uomini “accompagnati” che mal vedono uomini soli tacciandoli come egoisti o altro. E loro? cosa li distingue dagli altri? forse il fatto che hanno una badante, in casa?
    E le donne accoppiate lo stesso: donne che vivono felici nella loro incoscienza, magari piene di corna, compatite in silenzio dalle altre donne, dalle “amiche” che sanno o che forse sono il loro alter ego rispetto al rapporto con l’uomo.
    Non potete immaginare quante storie conosca simili a queste, una situazione del genere mi ha anche sfiorata, ma sono riuscita a scansarla con educazione ed abilità.
    Non ci sono assiomi e non ci sono verità assolute.
    Ho 41 anni ormai (li compio ad ottobre, quindi affrettiamo i tempi…) e una discreta esperienza umana, moglie e madre e per questo frequento altre mogli e madri più o meno coetanee e le storie sono sempre e solo queste. Ma la cosa bella (e purtroppo assurda) è che quando arrivi a parlare con altre donne, magari dell’età di tua madre, ti rendi conto che è sempre stato così, non è vero che loro, i nostri genitori, erano più felici di noi: hanno solo sopportato, stretto i denti, magari per i figli o forse per l’apparire sociale.
    Da cui deduco che non c’è differenza tra l’edonismo egoista di oggi e l’altruismo egoista (scusate l’ossimoro) di ieri.
    Prima di tutto cerchiamo di stare bene con noi stessi, che già questa è un’impresa, poi il resto verrà, perché il resto viene sempre, dopo.
    Ah, se un domani dovessi risposarmi, non mi risposerei. Vorrei un uomo che vivesse a casa sua, innanzitutto. 🙂

  3. La verità è che non si è mai contenti delle proprie situazioni…donne e uomini spesso non riescono a leggere le proprie istruzioni per l’uso…amo quello che diceva Kant e Bach poichè io soffro la condizione della solitudine, dell’abbandono…ma questo è un’altro argomento!! Quando una donna è sola (e parlo per me) sente il peso del mondo addosso, sente come se non avesse nulla al mondo, non conta chi ti dice di esserti amico, marito, amante, fidanzato…se…ti lascia sempre sola. La società impone una vita fatta di eccessi, divertimento, EGOISMO…se tu oggi racconti che ami l’intimità di coppia, lo stare insieme in casa anche senza far cose particolari, vieni presa per una cariatide, per una che non sa divertirsi…ma quando in una settimana ti dedichi a lavoro, casa e magari figli…cosa c’è di più bello che ritrovarsi la sera o il fine settimana seduti su un divano a guardare un film magari, bevendo un bicchiere di vino e magari dopo far l’amore??…Sarò giudicata d’altri tempi, sarò giudicata un’aliena…ma io sono così, e lo sono sempre stata…per carità, mi piace divertirmi, ho fatto le mie follie, perchè è anche importante avere un po di vita sociale…ma oggi le donne…gli uomini…cosa vogliono??Molti mi dicono che prima devo star bene con me stessa…questo è vero…ma sogno anche quell’uomo che anche con i suoi difetti mi dica: “buongiorno amore”, “buonanotte amore”, mi chiede com’è andata a lavoro, si litiga…ci si confronta…e si fanno le cose normalissime che l’essere umano spesso fa…!!
    Questo è il mio contorno per non sentirmi una donna sola, che poi è più che altro un piatto unico….contenta io!!
    ps Andrea, anche io adoro il contorno di patate con speck, e rosmarino 🙂

  4. Ma dipende. I luoghi comuni e gli stereotipi sono cose che ci si porta dietro da secoli, ma poi nel concreto non sempre rispecchiano la realtà. Anche perché la realtà cambia.
    Non si può generalizzare, quindi non c’è una risposta a queste domande. C’è l’uomo che non sa/vuole stare da solo perché viene “costretto” alla solidutine[nessuno se lo caga] e quindi si accasa con la prima che trova..mentre c’è quello che sa di avere più di una possibilità, e quindi non sente tutta questa solitudine sulle spalle. E mille altre ragioni.
    Cosi anche per la donna.
    Probabilmente, al di la dei luoghi comuni, della fallocrazia o del femminismo che tirano da una parte e dall’altra, questa non è una questione di genere, ma di diverse variabili che intervengono nella vita di una persona.
    C’è solo una società che deve farsi una ragione del fatto che se la donna è single/sola non per forza non se la fila nessuno, ma magari semplicemente vive bene così.

  5. io per il mio ritengo che bisogna mantenere indipendenza di spirito e una solitudine intimistica che ci consenta di non perdere contatto con il proprio Io, ma allo stesso tempo ricordo sempre (a me stesso, mica a te che leggi) che al mondo non si viene per starci da soli ma per farsi compagnia, tenersi la mano e trovare la forza l’uno nell’altro per superare i momenti difficili, e godere del sorriso reciproco nei momenti felici. il resto è contorno.
    questo è il tuo pensiero che condivido in pieno..nessuna donna single e nessun uomo single in fondo sta bene..e se dice di essere felice è solo perchè ha trovato un compagno\a che li ha talmente soffocati da non far respirare il proprio IO.

    Bisogna ricordare a noi stessi che prima di essere moglie marito compagno padre e madre siamo pur sempre NOI-IO da rispettare e condividere con l’altro per essere davvero felici!!

  6. vero.. alle volte spontaneamente.. tanti sono portati al ragionamento espresso…. e vivere da soli.. non fa piacere a nessuno/a..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: